Capelli bianchi

P.A.B.A. - Acido para-amino benzoico

P.A.B.A. – Acido para-amino benzoico

Molte persone ci scrivono per avere informazioni sugli integratori per capelli. Le proposte essenziali sono due (Solgar Golden Crin B+C e New Nordic Hair Volume) ed entrambe nel tempo hanno dato ottimi risultati ai nostri clienti che continuano ad acquistare il loro prodotto preferito a sostegno di una capigliatura forte e sana. Alla domanda “come rinforzare i capelli?” molti dei nostri clienti (e i loro parrucchieri!) rispondono senza esitazione “con il Golden Crin e con l’Hair Volume!”

Mentre molte persone si attivano per cercare di dare benessere e bellezza ai propri capelli, sono pochi quelli che pensano di poter fare qualcosa per i capelli bianchi. Spesso – e a torto – si pensa che l’incanutimento sia un processo inesorabile. Invece ci sono degli accorgimenti per rallentare l’avanzata della chioma bianca.

La risposta sta nell’acido para-amino benzoico (detto PABA o P.A.B.A.) una sostanza ritenuta utile a rallentare l’incanutimento precoce dei capelli.

Se si agisce per tempo, alla comparsa dei primi capelli bianchi, è possibile rallentarne sensibilmente l’avanzata, intervenendo con un prodotto che, negli studi di laboratorio, ha un efficace effetto antigrigio. Se si è nel pieno di una svolta epocale a metà tra il proprio colore e il bianco, in quella fase che in molti definiscono “capelli brizzolati”, sarà possibile prolungare sensibilmente questo periodo di transizione. Si ritiene che il PABA sia in grado di ottimizzare l’efficacia dell’acido pantotenico e di migliorare la pigmentazione del capello.

Associare inoltre un prodotto contro l’incanutimento precoce a un altro prodotto dedicato alla forza e al benessere generale di cute e capelli è certamente un’ottima strategia per migliorare sensibilmente il rapporto con la propria chioma!

Marco Morello di supersalute.com

Fitorodiola Solgar, contro la stanchezza fisica e mentale

Fitorodiola Solgar

Fitorodiola Solgar a base di rhodiola rosea

Questa sera (sabato 18 aprile 2015) durante la trasmissione televisiva CHE TEMPO CHE FA c’è stato un intermezzo pubblicitario in cui la presentatrice Filippa ha pubblicizzato la Fitorodiola di Solgar, a base di rhodiola rosea, un integratore alimentare utile per la stanchezza fisica o mentale.

Sono contento che Solgar abbia scelto proprio questa trasmissione per parlare dei suoi prodotti. Una scelta intelligente, accurata e garbata, che rende il messaggio pubblicitario un intermezzo utile e interessante.

Conosciuta anche come radice d’oro o radice artica, la Rodiola (Rhodiola rosea L.) è stata utilizzata nella medicina tradizionale euroasiatica per oltre trecento anni per la sua versatilità come tonico erbale. La radice di Rodiola agisce come tonico-adattogeno contrastando la stanchezza fisica e mentale. Favorisce inoltre il normale tono dell’umore. Tali proprietà fanno della Rodiola una pianta adattogena utile per affrontare i cambi di stagione, per chi debba affrontare un intenso periodo di studio, per gli sportivi e per tutti coloro che si accingono ad affrontare un periodo di lavoro impegnativo.

New Nordic

Alcuni clienti ci chiedono spesso notizie sui produttori degli integratori alimentari che abbiamo selezionato per supersalute.com. In un panorama vastissimo, le motivazioni che ci spingono a scegliere un integratore sono sempre le stesse: i prodotti che selezioniamo devono essere sicuri per i consumatori, della massima qualità e purezza, senza additivi chimici (coloranti, conservanti, edulcoranti di sintesi). Si tratta di integratori per il benessere quotidiano e quindi vogliamo che siano esenti da inquinanti. Per noi l’integratore giusto è quello che fa solo bene e non contiene nulla di nocivo.

PARENTESI – Un breve messaggio ai produttori di “prodotti per il benessere“: se i vostri prodotti non rispettano i requisiti appena indicati, è inutile che ci contattiate. Per noi gli integratori, i cosmetici e gli alimenti devono essere naturali e privi di agenti chimici. Sì, gli aromi (se non sono “aromi naturali”) sono da considerare sostanze chimiche. E noi non li vogliamo. CHIUSA PARENTESI.

New Nordic, integratori naturali

New Nordic, integratori dalla Scandinavia.

New Nordic è un’azienda scandinava che rispetta appieno i requisiti che devono avere gli integratori alimentari che vendiamo sul nostro sito. I prodotti sono ideati e realizzati completamente in Scandinavia. Questo significa che sia le competenze sia gli standard produttivi sono scandinavi. Professionisti competenti e appassionati che vivono e lavorano nei paesi scandinavi progettano e realizzano integratori alimentari per persone di tutte le età, tenendo fissi alcuni punti di partenza, ovvero: si tratta di integratori totalmente naturali, prodotti esclusivamente con estratti di erbe, senza aggiunta di conservanti, aromi, zuccheri, sali, lieviti. Sono senza glutine e senza lattosio. E sono utilizzabili da vegetariani e vegani.

L’azienda uno slogan che spiega perfettamente la loro filosofia: “Dal seme al cuore“. New Nordic infatti usa solo le proprie semenze e coltiva solo le proprie piantagioni. Controlla tutto il processo produttivo, dal seme al prodotto finito. Hanno una tracciabilità della filiera che consente di risalire al luogo e alla persona che ha coltivato la pianta. Inoltre New Nordic applica esclusivamente principi di coltivazione biologica.

supersalute.com, per noi che ci viviamo e lavoriamo, è anche il nostro “negozio di fiducia” in cui noi e le nostre famiglie acquistiamo prodotti nei quali crediamo – e ci fidiamo di New Nordic. Siamo stati tra i primi siti a mettere a disposizione i loro prodotti. Ci piace anche la loro filosofia nel packaging: il cartone esterno viene realizzato con cartone riciclato e si smaltisce con la raccolta differenziata della carta mentre il blister interno di quasi tutti i prodotti è in plastica alimentare che si smaltisce con la plastica. Oggi la gamma dei prodotti è più ampia, ma non vastissima. L’azienda infatti cresce un prodotto alla volta, per realizzare sempre i migliori integratori naturali senza additivi e con alte concentrazioni di nutrienti. Chi vuole conoscere meglio gli integratori alimentari New Nordic li trova online, sul nostro sito. Ecco l’elenco dei prodotti:

Marco Morello di supersalute.com

Prodotti per dimagrire che funzionano

Scrivo un breve post per chiarire il mio punto di vista (e quello dei miei medici di riferimento) sul proliferare di siti e prodotti che promettono di dimagrire senza fare nulla prendendo solo integratori naturali. Su questo argomento ho una brutta notizia e una bella notizia.

La brutta notizia è che dimagrire è un processo che coinvolge diversi aspetti della nostra vita. Pensare che magicamente, grazie a una pillola magica e senza alcuna conseguenza, perderemo peso fino ad arrivare a un fantomatico “peso forma”… è semplicemente illusorio.

Chiunque desideri dimagrire senza cambiare stile di vita desidera una cosa impossibile. Perlomeno, impossibile senza calcolare l’impatto di effetti collaterali. Esistono infatti farmaci o tecniche che servono per far perdere peso, ciascuno dei quali deve fare i conti con specifiche conseguenze nella propria vita.

C’è però una bella notizia, ed è quella che i prodotti naturali per dimagrire, in effetti servono davvero a qualcosa. Molte persone hanno sperimentato nella propria esistenza la difficoltà di perdere peso e poi mantenere il peso raggiunto. Se restiamo seduti tutto il giorno sul divano ingurgitando vaschette di gelato, gli integratori naturali indicati come “per dimagrire” non faranno proprio nulla. Ma se abbiamo iniziato un programma volto a ridurre il peso corporeo nel quale stiamo dedicando ogni giorno del tempo all’attività fisica, stiamo migliorando il nostro rapporto con il cibo, stiamo bevendo più acqua, stiamo modificando le nostre abitudini eliminando per esempio i prodotti inquinanti o le cause del nostro stress quotidiano, beh, in questo caso aggiungere gli integratori al mix di attività che stiamo già svolgendo darà certamente un’accelerazione al processo che tanto ci sta a cuore.

Quindi confermo che Dima Solgar Complex, Tonalin Oil, Chilu Burn (che ora si chiama Chili Drin), Dima Norwegian Alghe Marine (ovvero l’alga Kelp) sono prodotti davvero efficaci, ciascuno a suo modo e nel proprio campo, se inseriti in un processo più ampio che includa tutta la nostra esistenza. Uno stile di vita sano e attivo trae davvero beneficio dall’utilizzo di questi prodotti. E questa, come dicevo, mi sembra una bellissima notizia!

.

Marco Morello di supersalute.com

Corsi Pilates a Milano

Quello che segue è un breve articolo autobiografico sui Corsi di Pilates a Milano. Per mantenere vivo il senso di questo BLOG, infatti, voglio brevemente raccontare un episodio che mi riguarda da vicino.

Si tratta di un racconto un po’ ridicolo della mia estate, per spiegare uno dei motivi del mio grande entusiasmo per gli esercizi di Pilates per la loro comprovata efficacia risolutiva nei confronti dei problemi di schiena e nervo sciatico.

Pilates e mal di schiena

Questa estate, nel tentativo di non cadere con mia figlia in braccio, ho fatto un movimento assurdo con il tronco e mi sono ritrovato con un improvviso lancinante dolore alla schiena.

Nei giorni successivi al piccolo insignificante incidente, il problema è andato accentuandosi. Avevo una contrattura che peggiorava di giorno in giorno perché, nel tentativo di non sentire dolore effettuando movimenti normalissimi come alzarmi, sedermi, camminare… nel tentativo di attenuare le fitte alla schiena, dicevo, in verità stavo aumentando la contrazione intorno al nervo sciatico che era stato schiacciato dai muscoli nel corso del movimento azzardato. La contrazione continua continuava a schiacciarlo, aumentandone l’infiammazione e accrescendo il dolore.

A un certo punto di questa spiacevole situazione, per un semplice movimento sbagliato fatto al mare, mi sono ritrovato a letto ASSOLUTAMENTE INCAPACE DI MUOVERMI. Quando dico “assolutamente incapace di muovermi” intendo dire che non riuscivo a spostarmi di un millimetro. Ho passato una notte atroce. Il giorno dopo questa micidiale esperienza ho cercato su Internet quali potessero essere gli esercizi per migliorare la mia situazione. Tra poco capirete perché la mia idea era INCREDIBILMENTE STUPIDA.

logo_fondo_trasparenteIl motivo principale per cui la mia idea era INCREDIBILMENTE STUPIDA è che mia sorella è la fondatrice di uno studio di Pilates a Milano. Avrei quindi potuto chiedere direttamente a lei. Ha fondato il centro ed è istruttrice di Pilates e Yoga. Ma io mi vergognavo un po’ di essere in uno stato così pietoso a causa di un semplice movimento sbagliato. Quindi non le ho chiesto nulla.

Motivo secondario che mi permette di definire “incredibilmente stupida” la mia idea di cercare supporto su Internet è che i video, le descrizioni, le illustrazioni che si trovano online non tengono assolutamente conto dello stato in cui ti trovi tu. Solo un professionista, ascoltando la tua situazione e facendoti le domande giuste, può darti delle indicazioni che vadano bene per te in quella specifica situazione.

Per esempio, io ho trovato un video che proponeva una serie di esercizi fatti apposta (diceva) per risolvere i problemi del nervo sciatico. Il video iniziava dicendo: “sdraiatevi per terra”. Io mi sono sdraiato. E poi non riuscivo più ad alzarmi! I muscoli che servono per rialzarsi dal pavimento, infatti, sono tra quelli maggiormente coinvolti nelle fitte legate all’infiammazione del nervo sciatico, quindi una volta sdraiatomi non solo on riuscivo a fare nessun esercizio ma men che meno riuscivo a rialzarmi.

Ecco, dopo essermi trovato per terra incapace di rialzarmi, mi sono deciso a parlare con mia sorella del problema. Ovviamente mi sentivo doppiamente stupido, ma tant’è. A lei ho spiegato bene il problema, le sensazioni, il tipo di dolore e la localizzazione.

Lei mi ha spiegato quale fosse il miglior esercizio da svolgere, ma per evitare incomprensioni ha girato un breve video con il suo smartphone in cui mi spiegava come agire.

Sono bastati pochi esercizi di Pilates per cominciare a sentire un beneficio molto evidente. Nel giro di qualche giorno il problema è completamente scomparso.

Da quel giorno sono diventato il presidente del fansclub :-) dello studio di Pilates di Milano di mia sorella. Si chiama JustB! (con il punto esclamativo). Lo suggerisco a tutti! Non solo a chi vuole potenziare le proprie capacità fisiche (ambito in cui Pilates e Yoga hanno un ruolo molto importante), ma anche a chi ha qualche acciacco fisico, tra mal di schiena, difficoltà alle articolazioni, problemi posturali… gli esercizi di Pilates consentono, in modo naturale, di risolvere problemi che spesso ci si porta dietro per anni, cercando di risolverli con pomate, farmaci, integratori alimentari.

Sto insistendo perché lei inizi anche a realizzare un ciclo di video per spiegare le tecniche, ma per i motivi di cui sopra (non tutte le tecniche vanno bene per tutti!) lei preferisce riservare questa forma di insegnamento a distanza solo ai suoi clienti. Infatti conoscendoli, conoscendo quali sono le loro capacità e attitudini, può suggerire specifici esercizi anche tramite un video quando i suoi clienti si trovano per qualche motivo lontani da Milano (il caso più eclatante è quello delle ferie estive).

Se capitate da Milano e vi incuriosisce il Pilates, vi suggerisco quindi di prenotare una lezione da JustB! – ricordatevi di dire che vi mando io!

.

Marco Morello di supersalute.com

Oligoterapia e OligoLitoterapia

Per spiegare che cos’è l’oligolitoterapia incollo qui di seguito il testo di presentazione della linea OLIGOLITO della PEGASO. Dal testo si capisce innanzitutto che NON SI PUO’ DIRE NULLA dell’Oligolitoterapia perché in Italia abbiamo considerevoli restrizioni su quello che si può dire AL CONSUMATORE FINALE sui prodotti dedicati alla salute. In ogni caso basta leggere “tra le righe” per capire per sommi capi di che cosa si tratti.

Integrerò poi le informazioni con le definizioni che vengono date da Wikipedia, per un quadro più completo.

Oligolito® esprime al massimo la volontà Pegaso di prendersi cura della persona nella sua totalità e nel pieno rispetto dell’organismo umano. I prodotti della linea Oligolito® sono la risposta più innovativa dell’altro modo di stare bene proposto da Pegaso: sicuri, versatili e equilibrati, agiscono nell’organismo nella sua totalità con equilibrio e sono rispettosi della fisiologia umana.

L’oligolitoterapia sinergica Pegaso è caratterizzata dall’associazione sinergica di minerali detti oligoelementi e di litoterapici (rocce o minerali nativi, pietra nella forma in cui si trova in natura) che agiscono in sinergia con gli oligoelementi per consentire loro la massima efficienza e azione.”

Su wikipedia si può approfondire la conoscenza dell’Oligoterapia e del medico francese che ne è stato il fondatore: Jaques Ménétrier.

“Il medico francese Jacques Ménétrier, considerato il padre di questa disciplina, negli anni 1930 identificò quattro terreni organici associati ad alcuni oligoelementi, che definì diatesi. Queste diatesi corrispondono a condizioni dell’organismo caratterizzate da componenti fisiche, intellettuali ed emotive specifiche e proprie del soggetto. Non esistendo diatesi pure, si possono trovare individui appartenenti principalmente a una e parzialmente a un’altra diatesi.”

Leggi tutto su: http://it.wikipedia.org/wiki/Oligoterapia

Nella documentazione ufficiale sui prodotti della linea OLIGOLITO Pegaso, si legge inoltre:

“Sicuri, versatili e equilibrati, agiscono nell’organismo nella sua totalità con equilibrio e sono rispettosi della fisiologia umana. Presentano elevata biodisponibilità; sono efficaci già dopo breve periodo di assunzione; non contengono saccarosio, lattosio e glutine; sono senza conservanti, coloranti e aromi aggiunti.”

Vorrei porre l’accento sull’indicazione relativa agli oligoelementi e sulle modalità di assunzione. Come altri prodotti che conosciamo (vedi Cellfood) l’assunzione avviene per via sublinguale, tenendo il prodotto in bocca, sotto la lingua, per alcuni minuti.

Le considerazioni che gli esperti fanno circa questo metodo di assunzione riguarda il fatto che anche PERSONE CON DIFFICOLTA’ DI ASSIMILAZIONE A LIVELLO GASTRO-INTESTINALE utilizzando prodotti ad assorbimento sublinguale possono trarre beneficio nonostante le loro difficoltà di assimilazione dei prodotti tradizionali (quelli che vanno inghiottiti e digeriti per poter essere assimilati).

Oltre le 4 diatesi fissate da Ménétrier, in epoca successiva ne sono state evidenziate altre con alcune varianti. Tra i prodotti Pegaso se ne trovano 5+1. I prodotti Oligoterapici sono inoltre stati studiati anche in altri ambiti, dall’Oligolito Cuprum, che può essere utile negli stati di raffreddamento stagionali con coinvolgimento delle vie aeree superiori, all’Oligolito Magnesium, che può essere utile nei casi di crampi muscolari e risvegli notturni e per favorire la disponibilità e l’utilizzo di magnesio da parte dell’organismo.

L’OligoLitoterapia costituisce un metodo di assunzione alternativo rispetto a quello fitoterapico che, dicono gli esperti, non affatica l’organismo, non crea mai accumulo, è compatibile con qualsiasi altra terapia complementare, sia tradizionale sia alternativa.

Certamente una strada da provare.

.

I prodotti oligoterapici si possono trovare cliccando su “Oligolito“.

Marco Morello di supersalute.com

Integratori per la pelle

Quando si avvicina il periodo estivo, due grandi preoccupazioni pervadono la vita quotidiana di molte persone: come tornare in forma in tempo per la “prova costume” e “come preparare la pelle all’esposizione solare” per avere un’abbronzatura perfetta. Ci occupiamo in questo articolo del secondo punto, perché del primo abbiamo già parlato nel post “Prova costume” – e siamo inoltre convinti che non sia corretto preoccuparsi della propria forma fisica solo due mesi prima di agosto: questo è un tema che va affrontato seriamente e continuativamente, per tutto l’anno e per tutta la vita.

Si va in vacanza nel mese più caldo e soleggiato dell’anno dopo aver passato autunno, inverno e primavera chiusi tra casa, scuola e ufficio, vestiti dalla testa ai piedi, con ogni centimetro della pelle coperto dagli indumenti… E’ quindi vero che arrivare ad agosto, ritrovarsi per la maggior parte delle proprie giornate in costume e sotto il sole più caldo dell’anno può comportare non pochi rischi per la salute. Sia ben chiaro: se vivessimo tutto l’anno in costume, il mese di agosto non sarebbe un problema. Ma visto che così non è, ecco alcuni espedienti per poter arrivare al mese della “tintarella” con la pelle predisposta al meglio e protetta il più possibile dai danni dell’eccessiva e improvvisa esposizione solare.

Integratore + Abbronzatura

Affrontiamo per primo il tema che conosciamo meglio, ovvero quello della micronutrizione. Alcuni cibi e alcuni integratori apportano nella nostra alimentazione sostanze in grado da un lato di favorire una migliore abbronzatura e dall’altro di proteggere la pelle e il nostro organismo in questo periodo imminente di sovraesposizione solare. Come in altri ambiti, niente succede per magia e niente succede all’improvviso: ogni cosa va preparata per tempo e quindi un paio di mesi prima rispetto al periodo delle vacanze è importante iniziare a inserire nelle proprie giornate dei comportamenti volti a migliorare la capacità di risposta della nostra pelle all’esposizione solare. Fin dal mese di giugno, quindi, è opportuno iniziare ad assumere con regolarità un mix di integratori con funzioni specifiche per la salute della pelle e per la capacità di reazione all’esposizione solare. Ecco una breve selezione dei più efficaci.

Astaxantina

L’astaxantina comunemente venduta come integratore alimentare, viene estratta da una microalga unicellulare, l’Haematococcus pluvialis. Questa alga usa l’astaxantina per proteggere le proprie cellule e le proprie spore dagli effetti delle radiazioni luminose. E’ quindi di derivazione vegetale e rappresenta la più recente scoperta in relazione al tema dell’anti-invecchiamento. La sua azione protettiva è stata ritenuta infatti più efficace rispetto al betacarotene e alla vitamina E.

Si tratta di un pigmento rosso, sempre della famiglia dei carotenoidi, presente in molti esseri viventi (si trova per esempio in piccola parte anche nell’olio di Krill, a sua volta alla base di alcuni integratori alimentari ricchi di acidi grassi essenziali omega-3 e di astaxantina come Omegor Krill o Red Oil) che ha una funzione molto importante per tutto l’organismo perché contrasta i radicali liberi nelle zone lipidiche e in particolar modo agisce a livello fotoprotettivo. Associata all’uso corretto di creme protettive è in grado quindi di ridurre il rischio di scottature migliorando la capacità dell’organismo di rispondere all’esposizione solare.

Per inciso, l’astaxantina, come antiossidante, per la particolare forma chimica della molecola, è in grado di raggiungere zone che i normali antiossidanti non riescono a toccare, come occhi e cervello, esercitando il suo potere anti invecchiamento anche in questi organi vitali. Le sue capacità antiossidanti hanno effetto anche sul sistema cardiocircolatorio (cuore) e sul colesterolo (impedendone l’ossidazione aiutano a ridurre l’incidenza del cosiddetto “colesterolo cattivo”).

>>> La puoi trovare nell’integratore Solgar Astaxantina


[Nei prossimi giorni pubblicherò altri approfondimenti sull’argomento – Continua…]

Sport, integratori, sportivi…

sport integratori

Il sito supersalute.com vende integratori alimentari online dal 2006. In questi anni abbiamo guidato le scelte di migliaia di persone nell’ambito della salute, focalizzando la nostra attenzione sui prodotti legati al benessere.

Fino a oggi abbiamo sempre tralasciato il settore degli integratori per gli sportivi, perché non avevamo mai trovato un produttore che avesse a cuore, oltre che la forma fisica intesa come muscoli potenti e gonfi, anche la salute intesa come assenza di sostanze nocive.

Con gli integratori per gli sportivi GJAV abbiamo finalmente trovato una linea di integratori per lo sport che ha una grande attenzione alla salute di chi pratica attività fisica in modo intenso.

Si tratta di una linea di integratori per gli sportivi senza glutine, senza lattosio, senza sodio, senza OGM, doping tested, senza coloranti, senza conservanti, adatti a chi segue un’alimentazione vegana (quindi senza prodotti derivati da animali).

L’idea è quella di fornire a chi pratica sport integratori senza allergeni, senza inquinanti, con la massima qualità possibile di materia prima e con una speciale attenzione al tema della deacidificazione. La linea di integratori per lo sport GJAV contiene infatti “pH alcalin®”, una miscela di sali minerali alcalinizzanti di grande aiuto per l’equilibrio acido-basico dell’organismo.

Vitamina B12

Il dottor Jack Norris, uno dei massimi esperti internazionali di alimentazione vegetariana, in un suo noto e lunghissimo articolo parla dell’importanza della vitamina B 12 per chi segue un’alimentazione vegana. Ritiene infatti che il grande numero di persone che torna a mangiare carne lo faccia perché, durante il periodo di alimentazione vegan, non si sente in perfetta salute.

Secondo il dottor Norris basterebbe una regolare integrazione con vitamina B12 per recuperare una carenza che, in chi segue un’alimentazione vegana, è statisticamente rilevante e può causare disturbi di vario genere e gravità.

Un riassunto di questo studio (“Vitamina B12: ne stai assumendo?“) è stato pubblicato sul sito degli appassionati e appassionanti paladini dell’alimentazione vegetariana in Italia, i preparatissimi esperti della Società Scientifica di Nutrizione Vegetariana.

Questo mio breve intervento vuole essere di supporto a chi, alla ricerca di integratori di vitamina b12, non sa dove trovarli.

supersalute.com sta facendo una ricerca nell’ambito degli integratori di vitamina b12 che si possono vendere in Italia. Per ora è impossibile trovare integratori con alti dosaggi di vitamina B12, perché, per quello che abbiamo capito, il Ministero della Salute ritiene che i prodotti ad alti dosaggi non possano essere di libera vendita ma vadano venduti dietro prescrizione medica.

La tavoletta da 100 microgrammi di Vitamina B12 Solgar è comunque un validissimo supporto quotidiano per chi ha scelto la strada dell’alimentazione vegana.

Marco Morello di supersalute.com

Prova costume

Prova costume?

Prova costume?

Ogni anno si ripete uguale, ma con sfumature ogni volta diverse, il rito della prova costume. In una vita che non si preoccupa del punto vita, arriva il momento in cui scattano gli allarmi, si mobilitano amiche e amici, si scatena la potenza di Google e si comincia a preoccuparsi di come sia possibile arrivare all’ombrellone senza sembrare dei cetacei spiaggiati.

Sarebbe bello essere tutti in grado di dedicarsi costantemente alla propria salute in modo da non dover mai correre ai ripari in poco tempo, ma siamo fatti così: d’inverno facciamo scorta di grasso e prima dell’estate cerchiamo di smaltirla.

A fronte del fatto che il sito supersalute.com vende centinaia di integratori alimentari di supporto in tutti gli ambiti della salute e del benessere, è pur vero che molte persone si rivolgono al sito proprio alla ricerca di miracolose “pillole dimagranti“. Esiste una parola di ricerca molto in uso, che è “pastiglie dimagranti“. L’idea che solletica l’immaginario di molte persone è quella di una pillolina, da annoverare tra i “prodotti dimagranti”, che senza fatica consenta di far sparire i chili di troppo.

Mi permetto di infrangere questi sogni: a parte farmaci di dubbia salubrità (e comunque indicati in specifiche patologie), non esiste nessun prodotto naturale in grado di far perdere magicamente peso mentre si dorme. Se la nostra vita si svolge tra il divano e la scrivania, se andiamo in ufficio in auto, se non ci muoviamo mai, se mangiamo pane pasta dolci bibite gassate zuccherate… non ci sarà nessun “integratore per dimagrire” in grado di compiere il miracolo. Gli integratori fanno quello che dice la parola: integrano. Integrano un’alimentazione corretta, integrano una vita in movimento. L’integratore da solo compie un piccolo lavoro. Abbandonato nella solitudine della categoria “integratori per dimagrire” anche il prodotto più efficace riesce a fare poco e lo fa in moltissimo tempo. Non c’è dubbio che accelerare il metabolismo abbia da sé una importante corresponsabilità nelle strategie di perdita di peso, ma se non si associa al potere “accelerante” di un integratore un’alimentazione corretta e un’attività fisica costante, i risultati saranno impercettibili e arriveranno in tempi lunghissimi.

Lunga premessa per dire: l’elenco di “integratori per dimagrire” (sempre con le indispensabili virgolette) che si leggerà a breve, non ha senso se poi non si aggiunge alla propria vita quotidiana il necessario per scatenarne la potenza. Beviamo più acqua, camminiamo tutti i giorni per 45 minuti (basta una bella corroborante camminata veloce per attivare tutto quello che serve alla nostra salute), mangiamo meno pasta bianca meno pane bianco sostituendoli con prodotti integrali (meglio se biologici), se siamo in grado di farlo, scegliamo il riso integrale biologico al posto della pasta, aumentiamo la quota di verdura e di frutta, introduciamo i legumi, diminuiamo la quota di carne (potremmo addirittura farne a meno, ma questo è un altro discorso)… Con qualche piccola regola saremo in grado di ottenere grandi risultati.

Nel prossimo articolo pubblicherò quello che invio abitualmente tramite e-mail a chi mi chiede un integratore per dimagrire. Per comodità darò all’articolo un titolo chiaro ed esplicito in modo che sia facile capire di che cosa parla, anche se la definizione che preferisco è “integratori coadiuvanti nelle strategie per la perdita di peso”.

E’ importante considerare che “perdere peso” può significare diverse cose. Nella maggior parte dei casi si intende “perdere massa grassa”. Ma ci sono persone che hanno un problema con la ritenzione idrica, ovvero un eccesso di liquidi nei tessuti con la difficoltà di farli espellere attraverso le normali funzioni corporee. E’ chiaro che si tratta di due ambiti diversi per i quali sono indicati prodotti diversi.

Per quanto riguarda il grasso corporeo, infine, esiste anche la necessità di definire l’area del corpo in cui si trova questo grasso. Vengono identificate, per delimitare le tipologie, due “forme” in grado di definire il tipo di grasso corporeo: la forma a pera e la forma a mela. Nella forma “a pera” il grasso è localizzato principalmente a livello di fianchi, glutei, cosce. Nella forma “a mela” il grasso ha una localizzazione principalmente addominale. La dislocazione del grasso indica anche macroscopicamente la tipologia di problema. Per la “forma a pera” il problema può essere nell’incapacità dell’organismo di consumare correttamente i grassi e anche nell’eccessiva assunzione di alimenti che li alimentano. Per la “forma a mela” si è in presenza, nella maggior parte dei casi, di un problema di malassorbimento degli zuccheri in soggetti con la cosiddetta sindrome metabolica che porta ad accumulare il grasso nella zona addominale. I temi da affrontare sono quindi fondamentalmente due: quello dell’a diminuzione del grasso corporeo e quello della capacità di trasformare gli zuccheri in energia, evitando che a loro volta si trasformino in grassi.

Leggi il prossimo articolo (Integratori per dimagrire) per scoprire quali sono i prodotti più adatti nelle strategie di riduzione del peso corporeo.

Marco Morello di supersalute.com

Per sempre giovani (di Fabrizio Duranti)

Per sempre giovani (di Fabrizio Duranti)

Fabrizio Duranti, Per sempre giovani

E’ finalmente arrivato su supersalute.com “Per sempre giovani,” il nuovo libro del Dottor Fabrizio Duranti. Sottotitolo: Il circolo virtuoso della longevità. Tutto chiaro, quindi,fin dal titolo. Un team di 20 autori sotto la supervisione e con il necessario contributo del Dottor Duranti ha scritto il libro che tutti gli ultraquarantenni vorranno leggere.

Come in tutti i libri di Duranti, una riflessione personale (l’imminente cinquantesimo compleanno) lo porta a sviluppare con competenza e completezza il tema di come “dare la vita agli anni” invece che “dare anni alla vita”. Ovvero: consigli pratici su come riempire di salute e benessere ogni istante della nostra vita, per fare in modo che gli anni scorrano limitando o, dove possibile, cancellando i problemi causati… dagli anni che scorrono!

Una lettura come sempre agile e limpida, un libro da leggere tutto d’un fiato o da spizzicare leggendo il capitolo che parla dell’argomento che si preferisce (dritti al capitolo “La ginnastica antirughe”? Oppure vi catapulterete a “I micronutrienti che allungano la vita”?).

Chi ne vuole una copia la trova nella sezione dedicata ai libri per la salute del sito, oppure cliccando direttamente qui: Per sempre giovani.

Marco Morello di supersalute.com

Coenzima Q10

Coenzima Q10

Coenzima Q10 Solgar

Tra gli antiossidanti, il coenzima Q10 è forse il più famoso. Nelle pubblicità dei cosmetici viene utilizzato come richiamo per attirare l’attenzione sui prodotti dedicati alla salute e alla bellezza della pelle e dei capelli. La sua capacità di proteggere dai radicali liberi ogni tessuto del nostro organismo, infatti, ne fa un potente strumento contro l’invecchiamento delle cellule.

Noto anche come Ubichinone (perché ubiquitario nei sistemi biologici – ovvero si trova in ogni comparto del nostro organismo) il Coenzima Q10, al di là dei richiami pubblicitari su tematiche secondarie, ha una valenza accertata da numerosissimi studi come protettivo per il sistema cardiocircolatorio, specialmente per il trattamento delle disfunzioni cardiache. Altri studi ne attestano l’importanza per il trattamento del cancro al seno, per l’emicrania (vedi qui) e come integratore utile al cervello, un aiuto per prevenire le malattie neurodegenerative come il morbo di Parkinson.

Persone con problemi cardiovascolari o che soffrono di ipertensione hanno una carenza statisticamente accertata di Coenzima Q10.  E’ quindi ragionevole per loro cercare di integrare la propria alimentazione con un integratore di Q10.

Ho scritto questo articolo per aiutare a scegliere chi, nella selva degli integratori, non sa quale sia il più adatto. Come sapete io ho fondato e gestisco un sito che vende integratori alimentari e nel tempo ho conosciuto, studiato, provato e quindi selezionato i prodotti migliori. Nella scelta non mi sono basato solo sulle mie impressioni personali (gli effetti su di me dei singoli prodotti testati). Ho anzi preferito chiedere l’opinione a chi ha comprato quei prodotti, a chi ne studia le formulazioni per creare le migliori soluzioni in laboratorio… Ho poi basato molta della mia conoscenza sul consiglio dei medici che mi hanno aiutato a conoscere meglio i prodotti e a capire i meccanismi biochimici che ne determinano l’efficacia.

E’ così che ho capito come la tecnologia Nutri-Nano di Solgar rende possibile assumere alcuni integratori senza doversi preoccupare della relazione con gli alimenti che stiamo mangiando.

Il Coenzima Q10, per esempio, è fortemente lipofilo, ovvero ha bisogno che nel momento in cui lo assumiamo ci siano anche dei grassi nella digestione, per veicolarne l’assorbimento. La tecnologia Nutri-Nano di Solgar, invece, consente di assumere l’integratore con un bicchier d’acqua anche lontano dai pasti o nel corso di pasti senza presenza di grassi.

Lipoic CoQuTen SolgarLa tecnologia Nutri-Nano brevettata da Solgar rende i prodotti maggiormente biodisponibili rinchiudendoli in “micelle” che vengono rilasciate a livello intestinale dove portano tutto il potere dell’antiossidante superando senza problemi la fase digestiva.

In questo modo, per esempio, la biodisponibilità del CoQuTen risulta triplicata. Agendo direttamente a livello intestinale, inoltre, si superano i problemi che alcuni di questi integratori possono dare a chi ha problemi con la digestione.

Chi vuole saperne di più sul Coenzima Q10 Solgar e sulla tecnologia Nutri-Nano può leggere la scheda del CoQuTen.

La stessa tecnologia è applicata a un altro prodotto, ricco di Coenzima Q10 che viene associato all’Acido Alfa Lipoico per un effetto antiossidante ancora più accentuato e pervasivo: il Lipoic-CoQuTen.

Marco Morello di supersalute.com

Omegor test ™

Alla scoperta del kit di autoprelievo capillare per conoscere il proprio fabbisogno di Omega 3 e Omega 6

Omega 3 Test

Omega 3 test

Gli appassionati sostenitori della “supersalute” sono certamente molto preparati sui vantaggi che si ottengono dall’integrazione della propria alimentazione con micronutrienti quali vitamine, minerali, antiossidanti, omega 3. Che siano seguiti da un medico o che abbiano costruito la propria conoscenza leggendo i libri sui temi che stanno a cuore a tutti noi, il risultato è che molto spesso fanno un uso più o meno assennato degli integratori alimentari.

Nella maggior parte dei casi la prescrizione viene direttamente dal medico, ma spesso molti di noi si basano su un mix tra buonsenso e sperimentazione, alla ricerca del giusto equilibrio nutrizionale.

Spesso sono gli esami del sangue (da fare periodicamente per tenere sotto controllo la nostra salute) che ci aiutano a capire se la nostra integrazione sta avendo l’effetto desiderato (il dato è molto chiaro, per esempio, quando ci stiamo occupando della riduzione di colesterolo e trigliceridi). Ci sono persone che però desiderano avere indicazioni chiare in relazione ai corretti dosaggi da assumere. Non sempre è facile individuare gli esami più efficaci per avere questo tipo di indicazione.

Per gli Omega 3 esiste finalmente un kit facile da usare che consente in poche operazioni e a un costo abbastanza contenuto di effettuare in piena autonomia un test.

Si tratta dell’Omegor Test ™, sviluppato dall’azienda che produce l’integratore di Omega 3 più venduto da supersalute.com.

Abbiamo intervistato Giovanni Zenoni, direttore generale dell’azienda, che ci ha spiegato: “Vogliamo aiutare i nostri clienti a fare scelte ragionate basandosi su dati certi e non sul sentito dire. Noi sappiamo quanto l’integrazione con acidi grassi Omega 3 con il giusto rapporto tra EPA e DHA sia essenziale per il benessere quotidiano, ma vogliamo aiutare le persone che prendono decisioni autonome sulla propria salute a farlo con il supporto di strumenti diagnostici di facile accesso (sia in termini economici sia in termini di semplicità d’uso)”.

Il kit di autodiagnosi è costituito da:

  • 1 scheda di istruzioni per effettuare la procedura e la spedizione successiva del campione al laboratorio di analisi
  • 1 lancetta pungi dito automatica
  • 1 cartoncino di carta assorbente per la raccolta del campione
  • 1 bustina a chiusura ermetica di alluminio
  • 1 bustina essiccante
  • 1 fazzolettino disinfettante cerotto
  • 1 buono per la spedizione del campione attraverso corriere espresso

Una volta acquistato il kit lo si riceve a casa pronto da usare e con tutto l’occorrente per imbustare e spedire il campione. In pochi giorni si riceverà un risultato via e-mail, pronto da utilizzare per fare le proprie valutazioni o da stampare e portare al proprio medico per un consulto.

Tutto avviene comodamente da casa, senza file a sportelli, senza attese in sale d’aspetto.

Questa è una forma talmente intelligente di autodiagnosi che ci teniamo a segnalarvela qui sul blog come una delle più intelligenti strategie di approccio per la definizione della propria micronutrizione.
Chi vuole acquistare il Kit di autodiagnosi lo trova cliccando qui: Omegor Test ™.

Marco Morello di supersalute.com

Il cardo mariano

Cardo Mariano

Cardo Mariano (fonte: Wikipedia.org)

Wikipedia – L’enciclopedia libera, in una scheda molto completa dedicata al Cardo Mariano, sintetizza perfettamente le proprietà officinali della pianta: “Dagli acheni del cardo mariano si estrae la silimarina, una miscela di flavonolignani (silibina, silidianina, isosilibina e silicristina) noti per le proprietà depurative e protettive sul fegato. Il cardo mariano viene utilizzato in tutte le epatopatie (alcoliche, tossico-metaboliche, iatrogene e croniche) in cui sia rilevato un danno anatomo-funzionale, dato che effettua un’azione rigeneratrice nei confronti della cellula epatica e rende più resistente la cellula nei confronti degli agenti epatotossici.” (cit. Wikipedia.org, pagina dedicata al “Silybum marianum“).
 

Il cardo mariano in TV

Venerdì 21 gennaio, sul canale televisivo La 7, in una trasmissione spesso molto interessante (Le Invasioni Barbariche) condotta da una giornalista veramente in gamba (Daria Bignardi) si è parlato di anti-age. Tra le semplificazioni e le imprecisioni tipiche della TV, qualcosa di interessante per tutti si è detto. Ovvero che gli integratori sono prodotti che riguardano e aiutano la salute di ciascuno di noi. Si è quindi affrontato il tema, diciamolo, da una prospettiva corretta. Gli integratori fanno il loro lavoro: integrano. Tutto il resto è vita. La nostra vita. Meglio la conduciamo, meglio stiamo. Se mangiamo bene, facciamo movimento, liberiamo la mente dalle preoccupazioni, ci depuriamo e integriamo la nostra alimentazione in modo equilibrato, il nostro benessere aumenterà.

Per qualche motivo l’attenzione si è focalizzata sul Cardo Mariano (che per errore un personaggio ha chiamato Cardo Marino – come se provenisse dal mare). La giornalista, molto preparata, al termine del servizio ha corretto l’errore. Chissà perché, in una trasmissione focalizzata sui temi dell’anti-ageing, invece di parlare di Coenzima Q10, Acido Alfa Lipoico, Resveratrolo, Silicio, Glutatione, Vitamina C, collagene, Acido Ialuronico… alla fine il tormentone è diventato il Cardo Mariano. Qualunque fosse il motivo, poco dopo la fine della trasmissione ho inviato una newsletter del sito che gestisco che approfondiva l’argomento della depurazione del fegato, trovando subito un grande riscontro.

Il cardo mariano e le degustazioni enologiche

Ho spiegato brevemente, nella newsletter, che il Cardo Mariano è uno degli integratori preferiti dagli esperti sommelier o dagli appassionati che, per prepararsi a una degustazione di vini, lo assumono per aiutare le cellule del fegato a proteggersi dagli eccessi che stanno per sperimentare.

In effetti il Cardo Mariano è da secoli la pianta officinale più utilizzata per proteggere il fegato. Da un lato aiuta le cellule prima, dando loro gli strumenti necessari per proteggersi dagli agenti inquinanti o patogeni e dall’altro le aiuta dopo a disintossicarsi. Quindi nel Cardo Mariano si ha un’azione sia preventiva sia curativa.

Dopo un weekend o una serata di bagordi, quindi, con l’approccio chiamato “lacrime di coccodrillo”, oppure prima di una di quelle cene in cui sappiamo che non vogliamo avere limiti, il Cardo Mariano fornisce un valido ed economico aiuto per il nostro benessere quotidiano.

E’ sempre Wikipedia a sottolineare un dato di grande importanza (che ci fa capire perché si parlasse di Cardo Mariano anche in un servizio dedicato ai temi dell’anti-ageing): il cardo mariano è un efficace antiossidante, che aiuta quindi a catturare i radicali liberi presenti nel nostro organismo.

Vogliamo quindi occuparci della salute del nostro fegato? Il Cardo Mariano può esserci di grande aiuto.

Marco Morello di supersalute.com

___

La fotografia è presa da Wikipedia.org (vedi qui). Il file è licenziato in base ai termini della licenza Creative Commons.

VUOI ACQUISTARE ONLINE IL CARDO MARIANO?
Un integratore di cardo mariano si può acquistare su supersalute.com, nella sezione acquisti online, nella formulazione Fitomariano della Solgar.

Claudio Tozzi, il metodo BIIO e l’estate

Claudio Tozzi

Claudio Tozzi

Per molte persone l’estate è una sorta di punto d’arrivo: iniziano a preoccuparsi del proprio aspetto fisico in primavera, sperando di riuscire a essere in forma entro agosto, per la famigerata “prova costume”.

Per altri, al contrario, l’estate diventa una sorta di punto di partenza. Avendo più tempo da dedicare a se stessi, con il ritmo di lavoro che prima rallenta e poi viene sostituito dalle vacanze, sono in molti a intraprendere nuove iniziative rivolte al benessere personale proprio nel periodo estivo.

Per chi ha deciso che da questa estate vuole iniziare a dedicare maggiore attenzione alla bellezza e alla salute del proprio corpo, supersalute.com ha una piacevole sorpresa: Claudio Tozzi.

Il guru del natural body building in Italia, ideatore del metodo BIIOSystem®, sarà l’esperto dell’estate su supersalute.com. Nei mesi di luglio e agosto potrete inviargli domande sul mondo che gli sta più a cuore, ovvero quello del body building senza sostanza dopanti, il cosiddetto “natural”.

Abbiamo pubblicato la sezione nel weekend e già fioccano le domande. Chi ha curiosità da soddisfare può scrivergli a caludiotozzi@supersalute.com.

Le domande più rilevanti riceveranno una risposta pubblica su supersalute.com, nella pagina dedicata a Claudio Tozzi.

Marco Morello di supersalute.com

Mal di testa, una giornata dedicata a chi ne soffre

Dott.ssa Paola Sarchielli

Dott.ssa Paola Sarchielli

Il 23 maggio la Società Scientifica Italiana per lo Studio delle Cefalee (SISC) ha organizzato la “Giornata Nazionale del Mal di Testa“.

Nelle piazze d’Italia (vedi qui l’elenco) è possibile trovare i gazebo informativi della SISC, dove i responsabili locali potranno aiutarvi a saperne di più sul mal di testa e sui centri che aiutano ad affrontare questo problema.

Il mal di testa è uno dei disturbi più trascurati, trattati da chi ne soffre con tecniche di automedicazione molto spesso approssimative, capaci di placare temporaneamente il sintomo senza però affrontare efficacemente le cause scatenanti.

I centri della SISC, dislocati soprattutti nei presidi ospedalieri su gran parte del territorio nazionale, aiutano chi soffre di mal di testa a capire le cause scatenanti e supportano paziente e medico curante nell’individuazione di una strategia efficace per la cura del disturbo.

Se la tua frase più frequente è “che mal di testa!” forse i centri della SISC possono darti una mano a risolvere questo problema.

In piazza della Repubblica a Perugia ho incontrato la Dottoressa Paola Sarchielli, responsabile del Centro Cefalee di Perugia, che mi ha spiegato il funzionamento dei centri e mi ha presentato Angela Piperni, autrice del libro autobiografico “La testa fra le mani”, che racconta la propria vita con la cefalea. Abbiamo anche potuto brevemente parlare della medicina olistica e delle tecniche di intervento sul mal di testa scientificamente documentate e basate sull’assunzione mirata di integratori naturali come il magnesio e il coenzima Q10.

Chi è interessato ad approfondire i temi può visitare il sito www.sisc.it o recarsi nel centro cefalee più vicino (la lista dei centri è sempre sul sito). In alternativa si può anche visitare il sito della Lega Italiana Cefalalgici (LIC) che pubblica un periodico informativo (LIC News), scaricabile in PDF. I siti sono molto istituzionali. Se si cerca qualche informazione utile per chi soffre di cefalea è possibile trovarla nelle pubblicazioni.

Giornata del Mal di Testa
Ricordo, se ce ne fosse bisogno, che questo è un servizio che si svolge sotto il controllo del Servizio Sanitario Nazionale, quindi a questi “centri cefalee” si accede come a qualsiasi visita specialistica ospedaliera: una richiesta del proprio medico curante per una visita, prenotazione e pagamento di un semplice ticket.

Marco Morello di supersalute.com

Sordità e cuffie: allarme per l’udito dei ragazzi

via | Tom’s Hardware |

Uno studio dell’ANEC, gruppo dedicato alla tutela dei consumatori [scarica qui lo studio sull’udito], mette in guardia sui pericoli dell’utilizzo smodato (e a volume spropositato) delle cuffie e dei lettori audio.

Stando a quello che dice anche la commissione scientifica dell’Unione Europea dedicata ai temi della salute, sarebbero 10 milioni i ragazzi a rischio udito. In particolare, l’ascolto prolungato in cuffia della musica ad alto volume può causare sia la perdita parziale dell’udito sia l’insorgere di un distubro permanente come quello del fischio nelle orecchie. Ma l’uso prolungato e continuativo nel corso degli anni potrebbe addirittura portare alla sordità dal 5% al 10% degli ascoltatori più scriteriati.

La via per prevenire questi disturbi è chiaramente quella di utilizzare questi strumenti in modo appropriato, senza esagerare sia con il volume sia con i tempi di ascolto.

In aggiunta alle NECESSARIE misure da adottare nella vita quotidiana, c’è anche la possibilità di iniziare a proteggere il proprio apparato uditivo con integratori per l’udito destinati a migliorare la microcircolazione a livello dell’orecchio, per aiutarlo a reagire meglio a questo tipo di maltrattamenti.

Ma, sia chiaro, che non si usi l’integratore come scusa per continuare ad ascoltare le cuffie a volumi insostenibili! Sarebbe sbagliato e inutile.

Marco Morello di supersalute.com

My Perugia + Matilde

Una breve nota per i più fedeli sostenitori del blog di supersalute: non sono sparito! Negli ultimi mesi mi sono concentrato su di un blog dedicato alla città nella quale mi sono trasferito: Perugia.

A Perugia si vive bene, si respira bene, si corre bene. Il lato drammatico della città è che si mangia anche dannatamente bene (io sono un fan del Caffè di Perugia, per esempio), quindi ogni regime alimentare va a farsi benedire a causa delle tentazioni quotidiane e della genetica incapacità del perugino di occuparsi della propria salute attraverso l’alimentazione. Visto che qui si vive molto bene, spesso si ha l’impressione (cari amici perugini: SBAGLIATA!) che la faccenda del cibo, qui in Umbria, si possa anche lasciare da parte.

In ogni caso io sono completamente innamorato della città (e non solo perché sono anche completamente innamorato di mia moglie e di mia figlia, entrambe perugine). Quindi le ho dedicato un blog, che si chiama my Perugia.

Adesso che il blog è partito come si deve, torno a dedicarmi alle mie solite passioni. Che sono la salute, il benessere e la corsa.

Nel frattempo, chi ha voglia di raccontare qualcosa in prima persona, può scrivermi a marco@supersalute.com e sarò ben lieto di dare voce e spazio a storie interessanti.

Una parentesi familiare in chiusura: oggi è il 25 ottobre. Per gli smanettoni (i geek di tutto il mondo informatizzato), la data ricorda quella del 2001 in cui Microsoft ha rilasciato Windows XP. Per altri è l’anniversario della nascita di Picasso, Georges Bizet o Johann Strauss jr. Per la famiglia Morello il 25 ottobre 2008 corrisponde al secondo compleanno della piccola Matilde. Su, è mia figlia, uno spazietto qui nel blog, piccino picciò, spetta anche a lei. :-)

Auguri Matilde. Tu dai un vero scopo alla mia supersalute.

Marco di supersalute.com

I 40 comandamenti del runner

Sul mio blog dedicato alla corsa ho appena pubblicato la traduzione dei 40 comandamenti del runner, presi dal blog di un ultramaratoneta americano. Segnalo qui che li ho scritti lì perché a me sono piaciuti molto.

E poi, diciamocelo, a parte alcuni scherzi da podista (tipo: non scambiare la tua pomata antidolorifica con il dentifricio!) molti dei comandamenti sono applicabili a ogni ambito della vita. Come il mio preferito: “Uscire dalla porta di casa è spesso la parte più difficile di una corsa.”

Per chi dovesse passare dall’altro blog e leggere i comandamenti, mi segnalate nei commenti (lì su running) il vostro preferito?

Marco di supersalute.com