Il mio nuovo blog sulla corsa

Parte oggi il mio nuovo blog dedicato al running. Non che mi sia facilissimo scindere le mie attività tra salute e corsa, perché senza corsa la supersalute va a farsi benedire. Ma un contenitore esplicitamente riservato alla corsa mi consente di sfogare alcuni bassi istinti da runner che qui, forse, non sarebbero graditissimi.

Se parto con un panegirico sulle mie nuove scarpe Brooks, per esempio, e sul negozio di Milano dove le ho comprate (Verde Pisello – a proposito: GRAZIE PAOLO, SONO STRAORDINARIE!!!)… mi sa che qui a qualcuno cresce la barba dalla noia.

Quindi invito tutti quelli che, come me, sbavano per cardiofrequenzimetri con il GPS, fasce da braccio per l’iPod, abbigliamento tecnico (Paolo, ri-grazie per le mutande tecniche… ok, ne parliamo sull’altro blog!) e ammennicoli di ogni genere per la corsa… invito tutti a visitare running.menstyle.it.

Il blog è partito oggi, quindi contiene un solo post. Ma, come si dice in questi casi, crescerà. Mi aiutate vero?

Ciao,
Marco di supersalute.com

Annunci

Preparazione alla Stramilano

Appena arrivata a Milano, la famiglia Morello si è presa un’influenza colossale. Maledetta metropoli.
Raffreddore, tosse, dolori alle ossa: niente di buono per uno che oggi deve farsi 12 km. Ma non è certo il caso di lasciarsi suggestionare: al limite camminerò con calma (torno indietro solo se piove).
Vista la situazione, non rinuncerò al doping acustico: anche quest’anno correrò con le onde theta nelle orecchie, tanto più che ho la nuova fascia Belkin che mi appiccica l’ipod al braccio come una seconda pelle. :-)

L’abbigliamento tecnico è perfetto (shopping compulsivo milanese da Verde Pisello, il mionegoziodifiducia), al polso l’RS800 Polar (ma usato come banale cronometro: niente fascia o gps).
Unico dubbio per completare la dotazione: il mio vecchio N70 per twittare o la nuova macchinetta fotografica ultrasottile Exilim S10 per un completo, folle reportage a 10 megapixel? La mia anima 2.0 è tentata dalla pazzia di twittare in corsa, ma so di non potercela fare. Forse è meglio il reportage.

A questo punto chiudo le comunicazioni. Ci leggiamo qui stasera o lunedì, per il post post-gara (ops!).
Vincerà il mio raffreddore o vincerò io?

Marco